Il Mio Approccio

LE PRINCIPALI CARATTERISTICHE DELLA PSICOTERAPIA
A ORIENTAMENTO COGNITIVO COMPORTAMENTALE:


Esistono differenti approcci teorici e metodologici che contraddistinguono diverse forme di psicoterapia. Qui di seguito mi soffermo sulle principali caratteristiche che descrivono quello da me scelto, ovvero l’approccio cognitivo-comportamentale.

L’approccio della psicoterapia cognitivo comportamentale è caratterizzato dall’unione di due scuole di pensiero: quella cognitivista e quella comportamentista.

Tale approccio evidenzia una complessa relazione tra emozioni, pensieri e comportamenti e rileva come le emozioni e i comportamenti siano profondamente condizionati dai significati che le persone attribuiscono agli eventi. I problemi emotivi dipendono in gran parte dalle strutture e dalle costruzioni cognitive dell’individuo.



La Psicoterapia Cognitivo Comportamentale è una disciplina scientificamente fondata.

E’ attualmente considerata a livello internazionale uno dei più affidabili ed efficaci modelli per la comprensione ed il trattamento dei disturbi psicopatologici.

Si tratta di un approccio rapido e concreto. Uno dei primi obiettivi che si pone è quello di ridurre i sintomi nel tempo più breve possibile.



Numerose ricerche, condotte a livello nazionale e internazionale, dimostrano che questa terapia ha un’efficacia pari o maggiore agli psicofarmaci nel trattamento di molte patologie psichiatriche.


La psicoterapia Cognitivo Comportamentale é considerata il metodo di elezione per il trattamento dei disturbi d’ansia e della depressione.
      • È orientata allo scopo: terapeuta e paziente stabiliscono assieme gli obiettivi terapeutici. L’empirismo collaborativo è un aspetto centrale infatti la collaborazione attiva tra utente e terapeuta è fondamentale per individuare e sviluppare strategie che possano portare la persona verso il superamento dei propri problemi.
      • È centrata sul qui ed ora: lo scopo della terapia si basa sulla risoluzione dei problemi psicologici concreti e l’attenzione del terapeuta è rivolta soprattutto sui problemi attuali.
      • E’ a breve termine: La durata della terapia può variare dai tre mesi ai dodici mesi, a seconda del caso. La frequenza delle sedute è co-decisa da terapeuta e paziente.

Problemi psicologici più complessi, che richiedono un periodo di cura più prolungato, traggono comunque vantaggio dall’uso integrato della psicoterapia cognitivo comportamentale e della terapia farmacologica.

Richiedi una consulenza o un supporto psicologico alla Dr.ssa Chiara Frassoni
Psicologa – Psicoterapeuta – Sessuologa Clinica

CONTATTI

Home Page | Formazione | Aree d’intervento